f16

Un attacco pianificato contro l’Esercito siriano dalle conseguenze imprevedibili.

L’attacco dei cacciabombardieri US-AF alle postazioni dell’Esercito Arabo Siriano a Deir Ezzour (1), pone fine alla fragile tregua firmata tra i rappresentanti istituzionali di Stati Uniti e Federazione Russa.
Errore o Provocazione? Di fatto l’aggressione ha favorito momentaneamente l’intervento dell’ISIS, poi respinto dalla pronta reazione dei militari siriani. La comunanza di obiettivi e mezzi tra l’amministrazione di Washington e il cosiddetto “Stato Islamico”, ovvero defenestrare il Partito Baath e il Presidente Bashar Al-Assad dalla Siria, si è finalmente svelata all’opinione pubblica internazionale. Sostenere invano che la catena di comando statunitense abbia commesso un errore tecnico così grossolano, è pura stupidità. Così come il bombardamento dell’ambasciata cinese a Belgrado fu pianificato dal Pentagono (2), anche l’attacco di ieri, rischia di trasformare il conflitto asimmetrico USA-RUSSIA, in una escalation militare dalle conseguenze imprevedibili.

(1) http://www.opinione-pubblica.com/siria-caccia-statunitensi-favoriscono-lassalto-dellisis-a-deir-ezzour/
(2) http://it.sputniknews.com/italian.ruvr.ru/2013_04_21/Washington-ha-pianificato-l-attacco-missilistico-contro-l-ambasciata-della-Repubblica-Popolare-Cinese/